Sindrome di Binder: Caso clinico

Translated title of the contribution: Binder syndrome: A case report

G. Farronato, C. Folegatti, L. Giannini, G. Galbiati, S. Pelo, C. Maspero

Research output: Contribution to journalArticle

Abstract

RiassuntoObiettivi La sindrome di Binder è un raro disordine di eziologa sconosciuta, caratterizzato da ipoplasia del naso e del mascellare superiore e dall'alterazione della morfologia dei tessuti molli associati. Gli autori riportano il caso di una paziente di 10 anni affetta da sindrome di Binder, con naso corto e ipoplasia della spina nasale anteriore. Materiali e Metodi La paziente è stata trattata prima con TSME (Transverse Sagittal Maxillary Expander) per correggere l'ipoplasia del mascellare e successivamente con terapia fissa per ottenere i risultati estetici. Alla fine del trattamento ortodontico è stata effettuata la chirurgia maxillofacciale per correggere l'ipoplasia nasale. Conclusioni Un approccio multidisciplinare, che comprenda anche la terapia ortodontica, è necessario per risolvere le alterazioni presenti nella sindrome di Binder.

Translated title of the contributionBinder syndrome: A case report
Original languageItalian
Pages (from-to)205-214
Number of pages10
JournalDental Cadmos
Volume82
Issue number3
DOIs
Publication statusPublished - 2014

ASJC Scopus subject areas

  • Orthodontics
  • Oral Surgery

Fingerprint Dive into the research topics of 'Binder syndrome: A case report'. Together they form a unique fingerprint.

  • Cite this

    Farronato, G., Folegatti, C., Giannini, L., Galbiati, G., Pelo, S., & Maspero, C. (2014). Sindrome di Binder: Caso clinico. Dental Cadmos, 82(3), 205-214. https://doi.org/10.1016/S0011-8524(14)70152-7